Presentazione

Le feste della Festa del Nino

La Festa del Nino abbraccia in questa edizione il tempo compreso tra gli ultimi due mesi del 2005 e i primi due del 2006. E’ un periodo ampio che, nell’immaginario dei calendari, era effigiato con la caccia o con il pascolo dei maiali in novembre, con l’uccisione del Nino a dicembre, seguita dallo stare vicino al fuoco in gennaio e dalle maschere del Carnevale in febbraio. Da San Martino, l’11 novembre, all’inizio della Quaresima, il 5 marzo, sono tante le feste che si addensano in crescendo verso il culmine dell’inverno mentre scemano di numero andando verso la primavera.

La Festa del Nino ha cercato di intercettare il ritmo con cui attorno alle brume si raggrumano le feste attraverso i vari modi di dirsi e di offrirsi del Nino, l’animale dell’anno e della festa dell’anno. Da quest’intento è nato il programma articolato in tante “feste” distribuite sul territorio e variegate per tematiche, modalità e intersezioni alimentari, culturali e cultuali. Si è cercato, comunque, di coniugare, come sempre, la tradizione con l’innovazione attraverso l’impegno costante di far vivere la prima alimentando con questa la seconda.

Ivo Picchiarelli

Fondatore ed ideologo de “La Festa del Nino”

Sabato 14/01/2006

Domenica 15/01/2006

SOLLENNITA' RELIGIOSA DI SANT'ANTONIO ABATE